Elena Walch

Trentino Alto Adige , Termeno (BZ)

Vini della cantina

Contatti (dove siamo)

Elena Walch
Via Andreas Hofer, 1, 39040
Tel.
Mobile

La storia della cantina Elena Walch inizia 150 anni fa con una lungimiranza tale da essere realizzata nel sottosuolo in pietra naturale; in seguito è stata migliorata ed oggi è una delle cantine private più in vista dell’Alto Adige. Con un approccio sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e della natura, e con le migliori uve dei tanti vigneti di proprietà nascono i vini Elena Walch. I migliori vini sono il Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon , Riesling. Le due vigne Elena Walch sono i vigneti storici di Kastelaz e Castel Ringberg: entrambi conosciuti per i tratti distintivi della loro posizione e del loro terreno, da anni vinificati e commercializzati con una specifica denominazione. Castel Ringberg si trova nella località di Caldaro, e vi è un castello rinascimentale, risalente al 1620, eretto dalla dinastia imperiale asburgica e circondato da 20 ettari di vigneti: è la tenuta principale di Elena Walch ed è il più grande vigneto dell’Alto Adige. I terreni sono ripidi, di origine morenica; il suolo è calcareo, argilloso ed in parte sabbioso: il terroir è unico e inconfondibile. Il clima è mite per via della vicinanza al lago e per l’altitudine ideale di 330 metri sul livello del mare. Castel Ringberg è una vigna che rappresenta il punto di incontro tra diversi tipi di terreno risalenti all’era glaciale e postglaciale; la base è di quarzo porifico ed è delimitato ad ovest dall’imponente roccia dolomitica del fianco della Mendola. I pendii settentrionali sono composti da pietrisco di 30.000 anni fa proveniente dall’Adige, alternati in alcuni punti da fertili e calcarei terreni morenici, risalenti a 20.000 anni fa. Nelle due estremità a Nord e a Sud del vigneto il suolo è invece formato da morbidi residui di pietra calcarea dal colore rossastro: è la base ideale per la propagazione delle radici delle viti in quanto è ben areata e di morbida consistenza. Vigna Kastelaz è invece uno splendido vigneto nel paese di Tramin e gode anch’esso di una posizione privilegiata con una esposizione completamente a Sud. Le vigne sono terrazzate e si trovano a 360 metri sul livello del mare e sono impiantate prevalentemente a Gewürztraminer e Merlot. A partire dalla vendemmia del 2015 la cantina è stata ampliata tramite la realizzazione di una cantina di fermentazione sotterranea, all’avanguardia delle tecnologie odierne; è basata sul principio di gravità ed i processi adottati permettono un trattamento delle uve al massimo livello di qualità. Il punto di raccolta è estremamente delicato ed il trasporto delle uve con un nastro trasportatore garantisce uno spostamento morbido fino ai serbatoi di forma conica. L’investimento della nuova cantina ha creato i presupposti per trattare acini interi puntando ulteriormente ad una ottimizzazione della qualità, in particolar modo quella dei vini rossi. Le vigne sono di medie dimensioni e sono distribuite su stretti filari dando così vita a vini raffinati per via della bassa resa. Vigna Kastelaz è una collina di origine postglaciale che si è formata sotto la punta della Mendola; adagiata sui sedimenti rossastri dei cosiddetti strati di Werfen, il vigneto è composto da diverse tipologie di terreno e pietre, trascinati dai fiumi attraverso la montagna. Il terreno di Vigna Kastelaz è principalmente formato da ciottoli calcarei, sedimentati nei secoli, e ricoperti nel tempo da humus e strati di granito e porfido. Altri vigneti minori, sempre a Caldaro e Tramin, sono quelli di Wadleith, Rechtenthal, Altenburg, Barleith, Klughammer e Reitwies.

 
 

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto