Alghero DOC

Tutti i prodotti Alghero DOC

L’Alghero DOC è la piena conferma della spiccata vocazione vitivinicola della Sardegna. Una regione in cui la coltivazione della vite risale all’epoca della misteriosa civiltà nuragica e dei primi popoli che solcarono il Mediterraneo. Prodotta nell’entroterra, questa recente DOC del sassarese instituita solo nel 1995, interessa i comuni di Ittiri, Olmedo, Ossi, Tissi, Uri, Usini e parte del territorio del comune di Sassari. È un territorio bello e dalle forme distese, al riparo dai circuiti turistici della costa e ricamato dai lunghi e ondeggianti filari delle vigne. Vigne che in poco tempo dal momento del loro impianto nell’area, hanno finito per generare un vino eccellente e per assorbire il 40% della produzione DOC della regione, raggiungendo l’alto livello qualitativo delle altre prestigiose DOC sarde quali il Vermentino di Sardegna, quello di Gallura e il Cannonau. La ragione di un successo così grande e veloce risiede in una produzione capace di combinare all’alto livello qualitativo un altrettanto alto grado di innovazione. Il binomio qualità e innovazione regala vini che, anche quando prodotti a partire da vitigni diffusi a livello internazionale ammessi dalla normativa, si distinguono per un bouquet del tutto inedito e particolarmente interessante da scoprire. In più, sotto questa DOC ricade una produzione estremamente ricca e variegata, che spazia dai bianchi ai rossi fino ai rosati, e, ancora, dai fermi ai mossi fino ai frizzanti e che comprende anche le eccellenti tipologie passita e liquorosa. Numerosi sono anche gli uvaggi consentiti dal disciplinare di produzione come base ampelografica dell’Alghero che vengono impiegati sia in modo congiunto che in percentuale superiore all’85%. In questo secondo caso l’etichetta prevede che alla parola Alghero sia affiancato il nome del vitigno principe impiegato. I vitigni ammessi sono Chardonnay, Sauvignon, Torbato e Vermentino, per quanto riguarda le varietà a bacca bianca,
Cabernet, Cabernet Sauvignon, Cagnulari, Merlot e Sangiovese, per quanto riguarda le varietà a bacca rossa. Le tipologie Torbato e Vermentino frizzante sono quelle più diffuse e commercializzate. Va poi menzionata la tipologia che vede l’impiego quasi esclusivo del Cagnulari, un vitigno autoctono la cui origine si perde nella notte dei tempi e che riesce a regalare un’esperienza sensoriale inedita.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto