Brunello di Montalcino DOCG

Tutti i prodotti Brunello di Montalcino DOCG

È uno dei superbi vini rossi italiani DOCG. E, insieme al Barolo, è il vino con la più spiccata vocazione alla longevità di tutto il territorio nazionale. È il Brunello di Montalcino DOCG, il primo vino d’Italia a ottenere per decreto ministeriale la denominazione di Origine Controllata e Garantita. Il nome Brunello indica la variante del vitigno Sangiovese di cui questo prezioso vino è composto in purezza, così chiamata per il suo colore bruno. Mentre il nome Montalcino si riferisce al territorio di produzione, situato nella provincia di Siena intorno all’omonimo villaggio medioevale. Le colline senesi si caratterizzano per il clima più mite e secco della regione Toscana, che permette ai chicchi d’uva di giungere a maturazione in anticipo rispetto al resto della regione. Le differenti altezze cui sono piantati i vigneti (dai 149 fino ai 500 metri) e la variegata composizione del terreno che caratterizza l’area -comprendente aree limacciose, argillose, suolo vulcanico, scisti e una varietà locale di marna detta galestro- è responsabile della grande eterogeneità dei vini che ricadono sotto il nome di Brunello di Montalcino, nonché della loro struttura particolarmente complessa. Le cronache riferiscono della coltivazione del Brunello nell’area a partire dal quattordicesimo secolo. È però solo nell’Ottocento che Ferruccio Biondi Santi ha dato alla produzione del Brunello il suo carattere attuale. Ed è nel secondo dopoguerra che il successo del Brunello è esploso, facendone uno dei vini più conosciuti e prestigiosi al mondo. Dal colore rosso rubino visibilmente limpido e brillante, che con l’invecchiamento finisce per tendere al rosso granata, il Brunello ha un profumo ampio, persistente ed etereo. Servito su ampio calice tondo di cristallo a una temperatura di 18 -20 gradi, lascia apprezzare al meglio il suo sapore in cui è possibile riconoscere note di sottobosco, di legni aromatici e di frutti rossi, traversati da scie di vaniglia e marmellata. Al gusto si presenta armoniosamente elegante, con un corpo vigoroso e connotato, caratterizzato da lunga persistenza aromatica. Se lasciato invecchiato dai 10 fino ai 30 anni, ma anche oltre, raggiunge il massimo della sua strutturata complessità. Con la sua forte struttura esalta piatti ricchi e corposi a base di carne e cacciagione, possibilmente accompagnati da funghi e tartufo. È perfetto anche con piatti di cucina internazionale, sempre a base di carne e intingoli. È ideale infine come accompagnamento di formaggi ben stagionati, quali il pecorino toscano. Può essere infine gustato appieno anche come vino da meditazione.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto