Chianti classico DOCG

Tutti i prodotti Chianti classico DOCG

All’interno di una sotto-zona della più ampia famiglia del Chianti DOC, viene prodotto il Chianti Classico DOCG. La dicitura Classico è applicata alle aree di produzione più antiche del Chianti che, situate fra la provincia di Firenze e Siena, includono i territori comunali di Castellina in Chianti, Radda in Chianti e Gaiole in Chianti. La produzione di vino nel chiantigiano risale a tempi antichissimi. Era già praticata in epoca etrusca e, sin dal trecento, le cronache narrano di una Lega del Chianti, costituita a Firenze dai produttori dello storico vino toscano. Il vessillo rappresentativo della Lega era un gallo nero su fondo bianco, che rappresenta ancor oggi l’iconico simbolo del Consorzio del Chianti Classico. E ogni singola bottiglia che vanta l’appartenenza al Chianti del Consorzio si riconosce immediatamente dal la presenza dell’effigie gallo. Le norme per la produzione di questo vino sono state più volte disciplinate nei secoli, originariamente dalla stessa Famiglia dei Medici. Nel 1984, il Chianti Classico è uno dei primi vini Italiani a fregiarsi della Denominazione di Origine Controllata e Garantita, che ne hanno reso i criteri di selezione molto più esigenti. Per la sua produzione, la legislazione ammette solo uve Sangiovese con un volume percentuale minimo dell’80%. Quando non è composto di Sangiovese in purezza, per una percentuale massima del 20% vengono prevalentemente usati mammolo e canaiolo, ma anche vitigni a bacca bianca come la malvasia bianca lunga e il trebbiano. Le uve Sangiovese hanno la straordinaria caratteristica di essere particolarmente sensibili ai fattori esterni, riuscendo perciò a esprimere al meglio le caratteristiche del proprio territorio, finanche la sua eterogeneità interna. Allo sguardo il Chianti si riconosce per il suo limpido color rubino che, a seconda dell’area di provenienza, può essere più o meno intenso, più o meno profondo. L’olfatto è invece piacevolmente stimolato da un bouquet floreale primaverile di mammola e giaggiolo, che il terreno calcareo arricchisce con le note dei frutti rossi. Nel caso delle Riserve e delle Selezioni, emergono in aggiunta sentori speziati e balsamici. Il gusto è armonico, asciutto e sapido. Il Chianti si caratterizza per una buona tannicità che, con l’invecchiamento, tende al morbido e al vellutato. In abbinamento con le carni rosse dà il meglio di sé. Nel caso delle Riserve e delle Selezioni, diventa perfetto come accompagnamento di selvaggina e di formaggi forti e stagionati.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto