Colli di luni DOC

Tutti i prodotti Colli di luni DOC

A cavallo fra le province di La Spezia e Massa Carrara, in uno splendido arco di terra cinto dalle Alpi Apuane e rivolto verso il Mediterraneo, nella verde area pedemontana della Val di Magra viene prodotto il Colli di Luni DOC. Questa importante DOC, divisa fra Liguria e Toscana, ha origine in un’area enoica storicamente molto importante. Già Plinio il Vecchio, in epoca Romana, spende parole di lode per i vini lunensi. Di questa lunghissima tradizione storica in materia di produzione vitivinicola, si conserva oggi lo straordinario impegno profuso dalle aziende per ottenere un vino che sia di altissima qualità. Ed è proprio questo grande impegno ad aver permesso nel 1989 al Colli di Luni di ottenere la denominazione di origine controllata. Tre sono le versioni con cui questa DOC viene commercializzata: il Rosso, il Bianco e il Vermentino. Per la tipologia Rosso il disciplinare prevede uve Sangiovese (60-70%) Canaiolo, Pollera Nera e Ciliegiolo (almeno 15%). Per il restante 25% sono ammessi altri vitigni a bacca nera, con un limite del 10% per il Cabernet. Per la tipologia Bianco, invece, la normativa prescrive l’uso di uve Vermentino (minimo 35%), Trebbiano Toscano (25-40%) e altri vitigni a bacca bianca per una percentuale che arriva fino al 30%. Quando l’utilizzo di uve Vermentino diviene largamente predominante (90-100%), allora siamo in presenza della tipologia Vermentino. La tipologia rossa ha un color rubino, che con l’invecchiamento volge al granato. Le tipologie Bianco e Vermentino si presentano invece di un color giallo paglierino e, per la seconda, i riflessi sono dorati e consistenti. All’olfatto sia la tipologia bianca che rossa offrono sensazioni molto delicate. La tipologia Vermentino invece regala sentori pronunciati di frutta matura, anche esotica, e leggeri richiami alla macchia mediterranea e alle raffinate note floreali dell’acacia. Sia la tipologia rossa che bianca, infine, hanno un sapore asciutto e armonico. La tipologia Vermentino presenta una più accentuata complessità lasciando in bocca un persistente gusto secco e caldo, con accenti piacevolmente morbidi. Per il Bianco e il Vermentino gli abbinamenti ideali sono, oltre ai piatti tipici della tradizione ligure -come focaccia al formaggio, trofiette al pesto e frittata di bianchetti- i piatti di mare in genere e soprattutto le acciughe. Il rosso è invece perfetto con piatti della tradizione Toscana e, in genere, con carni bianche e rosse.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto