menu ×

Controguerra DOC

Controguerra è il nome di un comune abruzzese in provincia di Teramo e della relativa DOC, che negli ultimissimi anni sta crescendo di fama e di importanza. Oltre all’omonimo comune di Controguerra, la DOC interessa i comuni di Torano Nuovo, Ancarano, Corropoli e Colonel, che si trovano disseminati lungo la valle del fiume Tronto. Nel 1996, alla produzione vitivinicola dell’area è stata meritatamente riconosciuta la denominazione di origine controllata. Sotto la DOC Controguerra ricadono vini rossi e bianchi fermi, passiti e spumanti, che vedono impiegati per la loro realizzazione numerosi vitigni sia di origine locale che di storica importazione francese. La tipologia rosso è composta prevalentemente da uve Montepulciano, per un massimo del 60%, cui concorrono uve Merlot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, impiegate per una percentuale non superiore al 15%. Il bianco vede invece come protagonista un blend di uve Trebbiano Toscano e Passerina. La tipologia Passito Rosso invece ha come indiscusso protagonista il Montepluciano, impiegato per una percentuale non inferiore al 70%. Vi è poi la tipologia spumante, vinificata con metodo classico champenois, che vede protagonista un interessante blend di uve, dominate dalla presenza del Trebbiano Toscano, cui sono aggiunti Chardonnay, Verdicchio e Pecorino impiegati sia da soli che in modo congiunto. Infine ci sono le tipologie con uvaggio principe, impiegato per un volume minimo dell’85%, menzionato in etichetta. Queste sono Merlot, Cabernet, Pecorino e Passerina. Questi due ultimi vitigni autoctoni stanno oggi conoscendo un grande successo, che si inserisce in pieno nel quadro contemporaneo di grande valorizzazione degli uvaggi di origine locale. La tipologia rosso, dal sapore asciutto, armonico, vellutato e leggermente tannico e dall’odore vinoso ed etereo, è perfetta per accompagnare i piatti montani della tradizione abruzzese, come gli arrosticini d’agnello e i saporiti formaggi locali. È perfetta anche in accompagnamento a carni rosse e tartufo. Il bianco invece, grazie alle sue note piacevolmente fresche e fruttate, unite a un leggero retrogusto amarognolo, si presta particolarmente bene a essere abbinato con piatti di pesce, come il brodetto alla pescarese, ma anche a formaggi come la scamorza alla piastra.

contattaci

Contattaci

Servizio clienti 800 508 708
Lun - Ven 9.00 -13.00 14.00-18.00

Spedizione

Spedizione

Spedizione gratuita per tutti i vini della Selezione Origini

Pagamento

Pagamento

Pagamento sicuro con Carte di Credito oppure in contanti con SisalPay

Certificazioni

Certificazioni

Certificato SSL verified
Acquisti sicuri

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto

Vuoi continuare l’acquisto più tardi?

Salva i prodotti per ricevere un buono sconto, potrai completare l’ordine in un secondo momento senza dover comporre di nuovo il tuo carrello

Inserisci un indirizzo email valido
No, grazie. Non voglio il buono sconto