Malvasia delle Lipari DOC

Tutti i prodotti Malvasia delle Lipari DOC

Dall’arcipelago più bello di tutto il Mediterraneo ha origine un vino piacevolmente dolce che di questo mare carico di storia e di mito esprime pienamente l’essenza luminosa e profonda. È la Malvasia delle Lipari DOC, un vino prodotto in tutte e otto le Isole Eolie. Lipari è la più grande di tutte queste isole vulcaniche ed è qui che le uve di Malvasia Bianca, con l’aggiunta di un 5% di uve Corinto nero, dopo essere state raccolte nelle vicine Alicudi, Basiluzzo, Filicudi, Panarea, Salina e Vulcano, subiscono il processo di vinificazione e d’imbottigliamento. La storia della coltivazione della vite in queste isole, che punteggiano con la loro impareggiabile bellezza il mare a Nord della Sicilia, risale all’antichità classica. E questa ricca storia, che vede unirsi i Greci agli altri popoli che hanno solcato e abitato il Mediterraneo definendone la composita identità, sopravvive oggi grazie al paziente lavoro dei pochi abitanti rimasti. Senza di loro rischierebbe di scomparire il vino che, nel 1890, Guy de Maupassant ne La vita errante descriveva come il vino dei vulcani, denso e dorato e, ancora, come lo sciroppo sulfureo e il vin du diable. I nomi e gli aggettivi usati dal più celebre degli scrittori francesi richiamano tutti il fatto che è dal suolo vulcanico che questo vino trae tutta la sua straordinaria freschezza minerale e il suo carattere che riesce a essere insieme rotondo e gentilmente aromatico. Il suo colore è così ambrato e brillante che la Malvasia delle Lipari era conosciuta anche come il nettare degli dei. Le sue note delicate spaziano dai sentori primari di fiori d’arancia, di albicocca, di mandorla fino a quelli di fichi secchi, che compongono un paesaggio organolettico di grande equilibrio. Le tipologie prodotte variano in base al tenore zuccherino. La versione più secca è perfetta per accompagnare il momento dell’aperitivo e quello delle portate principali. La versione che porta la dicitura “dolce naturale” è invece più dolce e, servita a 10 gradi, è ideale in accompagnamento con dolci di mandorla, crostate alla marmellata e alla frutta. Vi è poi una versione liquorosa che ha il tenore zuccherino più alto di tutte e che acquista rotondi sentori di legno dall’affinamento in botte.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto