Montello DOCG

Nella prestigiosa lista delle denominazioni di origine controllata si è aggiunto nel 2011 il Montello Rosso, un vino prodotto nella provincia di Treviso la cui base ampelografica è molto simile a quella dei vini Bordeaux dell’area del Medoc. E tuttavia le accentuate specificità climatiche e di terroir in cui viene prodotto il Montello Rosso regalano al gusto e all’olfatto qualcosa di totalmente inedito e profondamente distinto dagli omologhi vini francesi. L’area in cui viene prodotto il Montello Rosso è quella pedecollinare che degrada dalle Dolomiti fino al litorale veneziano, a partire dai 300 metri sul mare fino a raggiungerne il livello. Si tratta di un’area composta di colline magiche che offrono un’ininterrotta vista sulla Laguna Veneta e sul mare Adriatico, che segna l’orizzonte a sud. La base ampelografica del Montello è composta da Cabernet Sauvignon, per un percentuale compresa fra il 40 e il 70%, e, per una percentuale compresa fra il 30 e il 60%, da Merlot e Cabernet Franc, impiegati sia da soli che congiuntamente. E ai vitigni francesi, il disciplinare ha recentemente aggiunto il Carmenere. Possono inoltre essere impiegati altri vitigni locali per una percentuale non superiore al 15%. Disponibile nelle due versioni Montello Rosso e Montello Rosso Superiore, questa importante DOCG subisce un processo di affinamento in botti di legno che le regala interessanti percezioni di legno sia al gusto che all’olfatto. Di colore rosso rubino, il Montello tende al granata con l’invecchiamento. Il suo odore è intenso, caratteristico, gradevole e, se il vino è invecchiato, volgente all’etereo. Al palato il Montello si lascia amare per il suo gusto secco, sapido, robusto, armonico e lievemente speziato. La sua buona struttura, rende questo vino l’ideale compagno per cene a base di carne rossa, arrosti, cacciagione e selvaggina. ma il Montello

esprime al meglio le proprie caratteristiche organolettiche in accompagnamento ai formaggi di media stagionatura e, in particolar modo, a quelli piccanti. Infine è divino se affiancato ai piatti tipici della cucina locale come la tradizionale pasta e fagioli.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto