Moscato di Scanzo DOCG

Tutti i prodotti Moscato di Scanzo DOCG

La storia del Moscato di Scanzo DOCG è molto antica e si intreccia con importanti episodi storici internazionali. Le cronache narrano di questo vino bergamasco già nel Medioevo. Conosciuto nelle corti europee, questa preziosa realtà vinicola lombarda non tarda a conquistare il cuore e, soprattutto il palato, dei Londinesi. Vino probabilmente quotato già nel Seicento nella borsa di Londra, è stato trasformato proprio dagli inglesi in nobile vino passito, con l’intenzione di dar vita a una nuova tipologia di sherry ottenuto dall’uva. Si dice anche che, sempre nel Seicento, fosse il vino più caro, cosa che non fa che dare conferma delle sue straordinarie caratteristiche organolettiche. Il territorio di Scanzorosciate, da cui il Moscato di Scanzo ha origine, si caratterizza per delle condizioni ambientali particolarmente prospere. Il suo clima mediterraneo e la particolare struttura orografica e marnosa del terreno, costituiscono le condizioni ideali per la maturazione delle uve. La ristrettezza dell’area di produzione e la severa selezione delle uve cento per cento moscato fa sì che il volume di produzione non sia particolarmente elevato. Ciò non fa che impreziosire ulteriormente lo straordinario valore di questo vino. E grazie alla confederazione dei produttori, prima nell’Associazione Moscato di Scanzo e poi nel Consorzio di Tutela, il Moscato di Scanzo ha ottenuto nel 2009 il più importante dei riconoscimenti: la denominazione di origine controllata e garantita. E l’appassionato lavoro del Consorzio di Tutela prosegue ancora oggi con l’intento di promuovere in Italia e all’Estero la conoscenza di questo nobile vino, tratto esclusivamente da uve autoctone. Allo sguardo si presenta di un rosso rubino particolarmente carico. All’olfatto sprigiona un variegato ventaglio di profumi che va dalla rosa canina alla salvia, dalle confetture fino a richiami speziati più o meno evoluti. Il suo sapore è suadente e dolce, arricchito da un retrogusto aromatico. Servito a una temperatura ideale di 14, 15 gradi, il Moscato di Scanzo si abbina perfettamente con i formaggi, specialmente con quelli locali. Il suo carattere deciso sublima il sapore del Branzi, dello Strachinut, del Taleggio DOP del Formaide Mut della Val Brembana, della Formaggella di Scalve e dei Caprini Bergamaschi. È perfetto anche con il cioccolato fondente extra.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto