Oltrepò Pavese metodo classico DOCG

Tutti i prodotti Oltrepò Pavese metodo classico DOCG

Dalle prestigiose uve Pinot Nero dell’Oltrepò pavese nasce l’omonimo vino DOCG Metodo Classico. La schiuma fine, intensa e persistente di questo nobile spumante rappresenta una delle più alte espressioni del suo territorio, riconosciuta dall’attribuzione, con decreto ministeriale del 2007, della denominazione di origine controllata e garantita. La denominazione DOCG sancisce istituzionalmente un legame storicamente profondo fra il prodotto tipico e l’area della sua produzione. In effetti, la produzione vitivinicola di qualità è una storica caratteristica dei colli pavesi, è parte integrante dell’identità territoriale. Già nel Cinquecento è attestata nell’area la coltivazione di uve Pinolo, una varietà probabilmente locale del Pinot Nero. Ma è nell’Ottocento che il celebre uvaggio francese Pinot Noir viene importato da Reims, trovando in queste zone le condizioni ideali per prosperare e dar vita a una qualità di spumante inedita, dalla spuma intensa e dal bouquet finemente gentile. Il successo è immediato, tanto che, già nella seconda metà del diciannovesimo secolo, lo Champagne dell’Oltrepò, come veniva chiamato, ottiene importanti riconoscimenti sia nazionali che internazionali che lo hanno reso nel tempo un punto di riferimento importante per gli intenditori. Diverse sono le varietà in cui è declinato il prodotto: Oltrepò Pavese Metodo Classico, Oltrepò Pavese Metodo Classico Rosé, Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero e Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero Rosé. Per le prime due tipologie il disciplinare prevede il 70% minimo di Pinot Nero, per le altre due, invece, l’85%. Per quanto riguarda le varietà di rosé, sfortunatamente poco valorizzate nel nostro Paese, il marchio consortile del “Rosé DOCG Metodo Classico Da Uve Pinot Nero” le ha raccolte nel prestigioso marchio Cruasé. Il nome nasce dall’unione della parola Cru, che in francese significa selezione e della parola Rosé. Per di più, la parola Cruà, contenuta nel nome del marchio, indica l’antico vino locale prodotto nel Settecento. È con questa nuova dicitura che il consorzio locale di produttori vuole far emergere lo straordinario potenziale degli spumanti rosé, col loro gusto sapido e le loro festose bollicine.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto