Ovada DOCG

Fra i vini piemontesi DOCG la cui composizione ampelografica è di uve dolcetto al 100%, si è aggiunto nel 2013 l’Ovada, conosciuto anche come Dolcetto di Ovada Superiore. La menzione geografica aggiuntiva gli è stata conferita dal Ministero dell’Agricoltura, perché questo vino esprime al meglio la secolare tradizione contadina e le potenzialità del territorio in cui è prodotto. Dalla perfetta sintesi di rispetto per la tradizione vitivinicola locale e avanzata sofisticatezza tecnologica scaturisce un vino che racchiude ed esprime le migliori qualità del territorio, il suo straordinario capitale paesaggistico, tecnologico e umano. Il territorio in questione è situato interamente nel Piemonte meridionale, all’interno del comune di Alessandria, in un’area particolarmente vocata della regione, compresa fra i 500 e i 600 metri sul mare. Si tratta delle soleggiate colline dal terreno ora argilloso, ora calcareo e ora tufaceo dei comuni di Ovada, da cui il vino prende il nome, di Belforte Monferrato, Bosio, Capriata d'Orba, Carpeneto, Casaleggio Boiro, Cassinelle, Castelletto d'Orba, Cremolino, Lerma, Molare, Montaldeo, Montaldo Bormida, Mornese, Morsasco, Parodi Ligure, Prasco, Rocca Grimalda, San Cristoforo, Silvano d'Orba, Tagliolo Monferrato e Trisobbio. La produzione di Dolcetto è così connaturata con questi territori che il dolcetto -il cui nome deriva dal termine dialettale Dusset che significa collina, dosso- viene indicato nel linguaggio naturalistico come Uva Ovadensis, ossia uva di Ovada. Caratteristico di questo vino è un colore rosso rubino che volge al granato. E nel caso della “riserva” il colore rosso granato tende ad accentuarsi fino a prevalere. All’olfatto l’Ovada sprigiona i suoi sentori vinosi, talvolta eterei, che includono a volte reminiscenze di legno. Al palato si presenta asciutto, armonico, con gradevoli striature di frutta oppure di mandorla a provocare il palato. Ai sentori gradevolmente amarognoli della mandorla, talvolta si aggiungono note lievemente speziate. Ideale da bere giovane, l’Ovada è un vino a tutto pasto, da servire a una temperatura compresa fra i 16 e i 20 gradi. Per quanto riguarda gli abbinamenti gastronomici, si accompagna egregiamente sia con i primi piatti sia con i secondi, come arrosti e carni bianche, sia con i formaggi, soprattutto quelli molli o semiduri.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto