Recioto di Soave DOCG

Tutti i prodotti Recioto di Soave DOCG

Il Recioto di Soave DOCG rappresenta una delle più alte espressioni enoiche del territorio veneto. La sua produzione interessa la provincia di Verona, in particolare l’area collinare dei comuni di Soave, Monteforte d'Alpone, San Martino Buon Albergo, Mezzane di Sotto, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione, Cazzano di Tramigna, Colognola ai Colli, Illasi e Lavagno. Il Recioto di Soave vede utilizzato come uvaggio principe il Garganega, un antico vitigno autoctono, per una percentuale compresa fra il 70% e il 100%. Per il resto, il disciplinare ammette le uve coltivate localmente di Chardonnay, Pinot Bianco e Trebbiano di Soave, utilizzate sia da sole che in modo congiunto. Il nome Recioto deriva probabilmente dal termine dialettale “recia” con cui in Veneto si indicano i grappoli più dolci e meglio esposti del Garganega. La storia di questo vino vanta origini lontane. Un’importante testimonianza della sua esistenza ci è data dal famoso ministro dell’imperatore Teodorico Cassiodoro, il quale, nel V secolo d.C., scrive di un vino che per la sua chiara e ineguagliata purezza sembra ottenuto, più che dall’uva, dai gigli. E a partire dal Settecento, si hanno documentazioni scritte in cui viene spiegato il metodo di vinificazione del Recioto, rimasto ancora oggi lo stesso. I grappoli, dopo la vendemmia, vengono lasciati appassire appesi a travi fino a dicembre, mese in cui vengono spremuti. Il lungo periodo di appassimento degli acini, consente di concentrare quegli aromi e quegli zuccheri che poi danno vita a un vino da dessert particolarmente intenso e fruttato. Il Recioto viene commercializzato in due versioni, quella ferma e quella spumante. La prima, di colore giallo dorato, regala all’olfatto i sentori di un bouquet ricco e complesso in cui è possibile riconoscere fiori, frutta, sfumature di vaniglia e note di miele d’acacia. La sua vivacità e il suo sapore dolce, vellutato, rotondo e lievemente screziato di mandorla si adattano a focacce dolci e pasticceria secca. Per il suggestivo contrasto che è capace di generare, la versione ferma del Recioto si sposa anche con i formaggi, specie se erborinati, salati o piccanti, e con il foie gras. La versione Spumante è invece l’accompagnamento perfetto del dolce natalizio per eccellenza: il panettone.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto