Roero DOCG

Tutti i prodotti Roero DOCG

Il piemontese Roero DOCG ha guadagnato la sua denominazione di origine controllata e garantita nel 2004, grazie a un disciplinare severo che include le cosiddette “cru” o menzioni geografiche aggiuntive. Un appassionato e meticoloso lavoro portato avanti dal Consorzio di Tutela dei vini d’eccellenza piemontesi (Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero) ha permesso di ottenere questo importante risultato. Il Roero viene prodotto nella provincia di Cuneo, nelle soleggiate colline che si bagnano sul fiume Tanaro e che comprendono le aree comunali di Canale, Corneliano d’Alba, Piobesi d’Alba, Vezza d’Alba. E ancora, viene prodotto in parte dei territori comunali di Baldissero d’Alba, Castagnito e parte delle aree di Castellinaldo, Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d'Alba, Pocapaglia, Priocca, Santa Vittoria d'Alba, Santo Stefano Roero, Sommariva Perno. Col solo nome di Roero vengono indicati vini ottenuti da uve Nebbiolo al 95-98% e da uve Arneis per la restante percentuale. Col nome di Roero Arneis vengono invece indicati vini bianchi composti al cento percento di uve Arneis. La vinificazione a spumante delle stesse uve dà infine origine al Roero Arneis Spumante. È con queste tre interessanti tipologie di vino che il cuneese entra da protagonista in un mercato italiano ed

estero sempre più colto ed esigente, offrendo la sua alta qualità. Una qualità che, nel caso dei rossi vanta un brillante colore rubino, che, per le riserve, assume riflessi rosso granato. A un finemente sfuggente odore di frutta, talvolta traversato da sentori di legno, corrisponde un sapore piuttosto asciutto e corposo dai richiami lievemente amari che si lasciano apprezzare sul finale. Nella versione stagionata il Roero è ideale da abbinare con piatti di selvaggina, carne rossa e formaggi a pasta dura. Nella versione giovane invece è perfetto con fondute e risotti. Il Roero Arneis si caratterizza invece per un colore giallo paglierino che può essere più o meno intenso. A un odore delicatamente fresco e fruttato, spesso traversato da richiami di vaniglia e di lievito e crosta di pane, corrisponde un gusto altrettanto delicato e armonico, capace di sublimare i diversi piatti di pesce.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto