Romagna Albana DOCG

Tutti i prodotti Romagna Albana DOCG

È una delle più alte espressioni vitivinicole della Romagna e non solo. Passato nel 1987 dallo statuto di DOC allo statuto di DOCG grazie alle menzioni geografiche aggiuntive riconosciute dal Ministero dell’Agricoltura, il Romagna di Albana è un vino la cui storia è lunga, ricca di aneddoti e leggende. La figlia dell’Imperatore bizantino Teodosio, Galla Placidia, trovava il bianco di Albana un vino così deliziosamente prezioso da dover essere bevuto esclusivamente in calici d’oro. E nel milletrecento, Pier Crescenzi, autore del più celebre trattato di agricoltura dell’epoca, elogiava questo vino per il suo gusto nobile e corposo. Ancora oggi l’Albana di Romagna viene prodotto in una fascia di terra che, partendo dalle propaggini collinari dell’Appennino bolognese, arriva fino a lambire il mare adriatico. Qui, lungo colline composte di roccia calcarea e particolarmente ricche di limo, il clima mediterraneo è ingentilito dalle fresche brezze adriatiche, che regalano estati fresche e buone escursioni termiche giornaliere. L’insieme delle caratteristiche fisiche e climatiche del luogo, unito a una sapienza enoica antica e ancora fortemente radicata, regala vini di altissima qualità. Prodotto all’interno dei comuni di Bologna, Forlì, Cesena e Ravenna, l’Albana è composto al 95% dell’omonimo uvaggio e viene commercializzato nelle versioni Secco, Amabile, Dolce e Passito. La tipologia secco ha un gusto asciutto, lievemente tannico, caldo e armonico. Le tipologie Amabile e Dolce sono piacevolmente fruttate, gradevoli e caratteristiche. La tipologia Passito si riconferma la più eccellente e pregiata di tutte, col suo colore giallo dorato tendente all’ambrato, il suo odore intenso e caratteristico, e il suo gusto vellutato dalle note amabili e gradevolmente dolci. La variante Secco è particolarmente indicata in abbinamento con i crostacei, le zuppe e i brodetti di pesce. È eccelsa anche con fegato d’oca, carne di pollo in gelatina, cervella e animelle. Infine si addice alle minestre in brodo e alle vellutate. Ed è perfetto anche bevuto come aperitivo a una temperatura di servizio compresa fra i 10 e i 12 gradi. Le versioni Amabile, Dolce e Passito sono invece da consumarsi a fine pasto per accompagnare frutta e dessert. I due classici abbinamenti della tipologia Passito sono con la ciambella e col locale Formaggio di Fossa servito insieme al mele di Castagno.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto