Valpolicella ripasso DOC

Tutti i prodotti Valpolicella ripasso DOC

All’interno dell’ampia e importante famiglia dei Rossi con etichetta Valpolicella DOC si trova il Ripasso. Il Ripasso della Valpolicella è prodotto nell’omonima valle situata nella provincia di Verona, compresa fra il lago di Garda a Est e le Alpi Orientali. La base ampelografica del Ripasso è composta da vini autoctoni, Corvina oppure Corvinone per un volume massimo del 50% e Rondinella. In percentuale minore è composta da Forselina, Negrar e Orseleta. La base ampelografica è in sostanza la stessa dell’Amarone e del Recioto, i due grandi DOCG rossi della regione veneta. Ma la stretta relazione che il Ripasso ha con gli altri due grandi vini della Valpolicella non si limita solo all’utilizzo degli stessi vitigni. Riguarda anche il particolare metodo di vinificazione del Ripasso. La tecnica per ottenerlo prevede che venga versato, prima dell’affinamento in botte, negli stessi tini dove sono stati precedentemente pigiati l’Amarone o il Recioto. A contatto con le vinacce residue appena pressate, il Ripasso resta circa 15/20 giorni, ricevendo dell’Amarone l’aroma che ne è proprio e acquistando una struttura, un’alcolicità, una rotondità e una longevità maggiori rispetto al Valpolicella base DOC. Ed è proprio per il fatto di essere “ripassato” all’interno dei tini che hanno precedentemente accolto gli altri due grandissimi vini veneti che il Ripasso viene chiamato così. Da questo procedimento scaturisce un vino dal colore rosso rubino tendente all’impenetrabile, che si arricchisce col tempo di riflessi granati. All’olfatto, il Ripasso si presenta ben strutturato, lievemente etereo e con note di vaniglia. Mentre al gusto regala un sapore affinato, secco, armonico e vellutato con sentori di frutti di bosco e a bacca rossa. Talvolta presenta accenti più o meno forti di tostatura e di tabacco. È disponibile in commercio nelle versioni Valpantena, se prodotto nell’omonima valle, e Classico, se prodotto nei soli comuni di Fiumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano, Sant’Ambrogio di Valpolicella. Ne è presente anche una versione Superiore, quando l’affinamento in botte avviene per un minimo di dodici mesi. Per la sua grande piacevolezza, si abbina bene con i piatti invernali e secondi piatti, oppure con salumi e formaggi di media stagionatura.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto