Verdicchio di Matelica riserva DOCG

Il verdicchio di Matelica Riserva DOCG è un bianco di pregiata delicatezza che deriva dal vitigno autoctono marchigiano del Verdicchio. Prodotto in un’area compresa fra Matelica e Fabriano, due comuni situati nell’entroterra della provincia di Ancona, questo vino vanta radici antichissime. Citate già dallo scrittore Romano Columella nel suo celebre trattato di agricoltura De Rustica, le uve Verdicchio sono cullate nella loro maturazione dalla valle dell’alto Esino, un territorio che, chiuso alle influenze mitigatrici del mare, si caratterizza per un clima continentale fatto di grandi escursioni termiche. Se questo fatto rende da un lato più ardua la coltivazione della vite da un punto di vista strettamente pratico, dall’altro rappresenta uno dei principali fattori da cui dipende l’eccellenza qualitativa del Verdicchio di Matelica. A questo clima particolare si unisce un terroir ricco di elementi minerali che gli derivano dalla presenza del mare in epoca Paleolitica. I residui fossili lasciati dal ritiro del mare conferiscono a questo vino il suo spiccato carattere di fresca sapidità. Un carattere unico e irriproducibile altrove, capace di stimolare i sensi per la sua austera complessità. E se a tutto ciò si aggiunge che, recentemente, un’avanzata ricerca enologica ha permesso di far evolvere questo vino in direzioni inaspettate quanto interessanti, si ottiene un’eccellenza pressoché unica all’interno del panorama vitivinicolo italiano, profondamente diversa anche dall’altro grande bianco marchigiano: il Verdicchio di Jesi. La versione Riserva del Verdicchio di Matelica ha ottenuto nel 2010 la prestigiosa dicitura DOCG, che si fregia delle menzioni geografiche aggiuntive. Il disciplinare prevede che la base ampelografica sia costituita dall’85% minimo di uve Verdicchio. Per quanto invece riguarda le caratteristiche organolettiche, il colore giallo paglierino del Verdicchio di Matelica fa da introduzione a un odore piacevolmente delicato e caratteristico. Al gusto il Verdicchio si presenta asciutto, armonico e con un retrogusto lievemente amarognolo. L’insieme di queste caratteristiche lo rende perfetto sia come aperitivo che come vino da pasto. La sua finezza si sposa con primi piatti di mare e di verdure. Ottimo anche con zuppe di pesce e pesci al cartoccio, il Verdicchio riesce a sposarsi bene pure con le carni bianche, di cui esalta la delicatezza.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto