I Vini del Libano

Il Libano ha un legame di lunga data col vino instaurato dai Fenici. Saranno i francesi ad accrescere la cultura del vino. In tutto il mondo ormai si è affermato lo Chateau Musar.

La nostra selezione

Il Libano vanta un rapporto antichissimo col vino: le viti iniziano ad essere coltivate a partire dal 1200 avanti Cristo ad opera dei Fenici. Solo nel periodo delle guerre mondiali, essendo questo stato un protettorato francese, si iniziò un’intensa produzione vinicola. Gli ettari coltivati sono circa 4000 e producono 50 mila ettolitri di vino, la cui maggior parte è rappresentata da vini rossi. Il clima è molto caldo, il terreno si presenta roccioso e ricco di ghiaia: qui si coltivano caberne sauvignon, merlot, grenache, sirah tra i vitigni a bacca nera mentre chardonnay e merwah tra quelli a bacca bianca. La principale zona di produzione è la Valle del Bekka in cui operano una decina di cantine. Il vino più famoso è lo Chateau Musar bianco.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto