Vino bianco

“Il vino bianco va servito assiderato”
(Totò)

La nostra selezione

Da bere fresco in estate, si sposa perfettamente col dei buoni piatti di pesce. Stiamo parlando del Vino Bianco, per alcuni seconda scelta della produzione vitivinicola, per altri elemento fondamentale di una tavola conviviale. D’altra parte si sa, la lotta intestina tra bianchisti e rossisti non avrà mai fine; c’è chi non smetterà mai di preferire un fresco bicchiere di Prosecco, Tocai o Falanghina– solo per citare alcuni dei più noti vini bianchi italiani ad una buona bottiglia di Barolo, Dolcetto o Montepulciano.
Partiamo dall’origine di questo nettare degli Dèi. Il segreto per ottenere Vini Bianchi da uve a bacca bianca o rossa (come il Pinot Nero), le parti solide dell’uva non rimangono mai a macerare con il mosto – come invece accade per il vino rosso – affinchè non cedano sostanze coloranti. Se si desidera ottenere un vino bianco fruttato da bere giovane, la strada migliore è quella di farlo fermentare in un tank di acciaio a temperatura controllata. Se invece si desidera un vino più invecchiato, andrà fatto fermentare i botti in legno.
Non sarebbe impresa semplice – e forse corretta – stilare una classifica dei più celebri e buoni vini bianchi. Poche righe più in su, abbiamo citato soltanto alcune tra le denominazioni più conosciute ed amate d’Italia (e non solo), ma siamo comunque sicuri di poter affermare che il vino bianco italiano più bevuto, più celebre e più noto a livello internazionale è sicuramente il Prosecco.
Come per i Vini rossi, vige la regola: regione che vai, preferenza che trovi: in Friuli Venezia Giulia impazziscono per il Tocai, un vino bianco prodotto nella zona del Triveneto e considerabile come il vanto della cultura vinicola friulana; in Liguria dominano i bianchi delle Cinque Terre; nel Lazio il bianco dei Colli Albani non teme confronti, così come in Campania il bianco più amato è sicuramente la Falanghina, un vino bianco che si esprime con un bouquet decisamente articolato e con un gusto vivo, asciutto e di gradevole intensità.
La classifica dei vini bianchi più bevuto può proseguire con la primizia prodotta grazie ad uno dei vitigni a bacca bianca più famosa al mondo, lo Chardonnay: di origine francese, nella zona della Borgogna, estesosi dall’Europa continentale fino all’Italia Settentrionale, Lo Chardonnay è sicuramente tra i cinque vitigni più gustati al mondo. In Italia spesso lo si confonde con il Pinot Nero, ma in generale, nella versione autentica lo si può trovare in Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Molise, Puglia, Campania.
La lista potrebbe continuare, ma forse a questo punto conviene iniziare ad assaggiare!

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto