Vino Rosè

“Nulla rende il futuro più roseo che vederlo attraverso un bicchiere di Chambertin”
(Napoleone)

La nostra selezione

Il Vino Rosato sta a metà strada tra il vino rosso ed il vino bianco. Questi vini però non nascono, come credono in molti, dalla mescolanza di vini bianchi e rossi, una procedura vietata dalla legge italiana. Si ottengono invece vinificando in bianco le uve a bacca rossa. Il mosto infatti viene mantenuto brevissimamente a contatto con le vinacce, dalle 24 alle 36 ore al massimo – in modo che possano cedere solo una parte del loro colore. Quindi si svina e si fa fermentare il mosto a bassa temperatura, seguendo la stessa procedura dei vini bianchi.
I rosati si suddividono in rosa tenue, i chiaretti (dal colore più simile ai rossi) e i cerasuoli. Nel caso le uve utilizzate presentino un colore più intenso, la vinificazione può avvenire in bianco, ovvero eliminando le bucce subito all’inizio della fermentazione.
I vini rosati sono vini da bere nell’arco di un anno, freschi e fragranti, con un profumo di frutti appena raccolti e un colore inconfondibile.
Durante una degustazione di Vino Rosato è però molto importante valutare se il vino in questione è più simile ad un rosso, per il profumo molto intenso ed il corpo più deciso, o ad un bianco, per la delicatezza e l’acidità espressa in bocca.
La produzione di Vino Rosato in Italia copre all’incirca il 10 – 12% del totale, ma salvo rare eccezioni solo nelle regioni Veneto, Puglia e Abruzzo la qualità dei Vini Rosati regge il confronto con i rossi e i bianchi di fascia alta, anche se spesso relegati a preziose indicazioni geografiche tipiche.
In particolare, da servire freschi ma non freddi, degni di menzione sono il Bardolino Chiaretto DOC, un vino generalmente fermo che però può essere spumantizzato -pratica sempre più frequente e apprezzata, Il Chiaretto è molto apprezzato anche in Germania e, udite udite, nella terra degli Champagne (e dei rosati), la Francia.
Il Cerasuolo d’Abruzzo DOC è caratterizzato dal colore rosa ciliegia, detta in dialetto abruzzese Cirici, Cirice o Cirasce, si tratta di un vino fresco, dalla giusta acidità e dalla buona alcolicità. Prodotto con il vitigno base Montepulciano, caratterizzato per la presenza di sostanze antiossidanti che lo rendono tra i più longevi tra i Vini Rosati d’Italia.

Iscriviti alla newsletter

e ricevi subito 5€ di sconto

No, grazie. Non voglio il buono sconto